domenica 22 novembre 2009

DAL 26 NOVEMBRE: THE NAME OF LOVE, UN NUOVO LIBRO SUGLI U2




Gli U2 come non li avete mai letti: dal 26 novembre arriva in tutte le librerie d'Italia un prezioso volume cartonato di 650 pagine, una sceneggiatura attraverso i luoghi e i grandi temi di un gruppo che fa parte della Storia: dalla periferia dell’Impero Britannico a New York, dalla fede all’amore, passando per Miami e Belfast fino alla fine del mondo. Il giornalista e critico musicale Andrea Morandi organizza le sue fitte e scorrevoli pagine conducendo una raffinata analisi, che si può leggere come la sceneggiatura di un film capace di raccontare la storia di quattro ragazzi partiti da Dublino e arrivati alla conquista del mondo. Il risultato è un’esplorazione inedita e approfondita dei loro testi con tutto quello che si può trovare nel backstage di 137 canzoni e 12 album: la politica e la Bibbia, l’amore e la filosofia, Jean Baudrillard e John Lee Hooker, ma anche il cinema e le arti figurative, senza dimenticare i riferimenti a personaggi come Elvis Presley, Martin Luther King, Lech Walesa, Nelson Mandela e Barack Obama. L’autore passa al setaccio tutti gli album degli U2 scoprendovi dentro Joyce, Yeats, il mito dell’America e le radici dell’Irlanda, le Trabant, il Getsemani, Raymond Carver e Charles Bukowski. Dai primi testi scritti da Bono in Boy alle riflessioni surreali di Achtung Baby!, dai lampi plastici di Pop alle visioni concettuali di Zooropa fino alle suggestioni dell'ultimo acclamatissimo album No line on the horizon: un viaggio lungo i trent'anni di vita della band più famosa del mondo. In questo blog accompagneremo l'uscita del libro con un personaggio, un film o un evento al giorno scelti tra quelli che hanno ispirato Bono. Seguiteci perché sarà un lungo viaggio, che inizia nella casa di un aspirante batterista ragazzino e che ancora non è finito.

Nessun commento: